Considerazioni di un possibile candidato

Carissimi amici e lettori,

eccomi di ritorno, dopo qualche tempo, al mio blog.

In questo periodo sono stato molto impegnato e come quando uno tiene un diario, ogni tanto ha bisogno di prendersi una pausa. Certo l’uso dei nuovi SNS come twitter e fb a volte sostituiscono il blog soprattutto quando si ha poco tempo per scrivere o magari anche poco da dire e da commentare.

Riprendo oggi per comunicarvi che sarò candidato per la lista di scopo Amnistia, Giustizia, Libertà in Regione Lombardia nel collegio di Milano e provincia di Milano e alla Camera dei Deputati nella circoscrizione Lombardia 1 – Milano, Monza e della Brianza e relative province.

Conosciamo tutti i problemi del Porcellum, compresa l’impossibilità di esprimere la preferenza di uno o più candidati da eleggere, ma poco si conosce della nuova legge per le elezioni in regione Lombardia approvata il 26 ottobre 2012 con 1 solo voto contrario (Lega Nord – 1 consigliere su 18 leghisti) prima delle dimissioni in massa dei consiglieri e la relativa caduta del governo regionale.

Dopo l’impasse della presentazione delle liste e relative sottoscrizioni delle regionali 2010 che hanno visto i radicali della Lista Bonino-Pannella denunciare le firme false di PDL e PD e la successiva querelle dell’esclusione del listino collegato al governatore Formigoni con relativa esclusione di tutte le liste a lui collegate, l’inspiegabile riammissione e la ancora più drammatica lentezza dei procedimenti del tribunale milanese; i partiti del nuovo palazzo della regione hanno pensato bene di cambiare le regole del gioco a pochissimi mesi dalle elezioni.

La legge è passata con voto favorevole di PD, PDL, Lega Nord, IDV, SEL, Pensionati e UDC.

Le principali riforme di questa legge sono:

– I gruppi presenti in consiglio regionale sono esonerati dalla raccolta delle firme e così, prima della fine dell’anno, sono nati 5 nuovi gruppi, creati da esponenti eletti nel 2010 tra le fila di
PDL (Lombardia Popolare e Fratelli d’Italia e Centrodestra Nazionale)
UDC e IDV (insieme hanno creato Centro Popolare Lombardo – I Moderati)
Lega Nord (Popolo della Lombardia e Tremonti 3L)

– aboliti i listini dei candidati governatori

Ora è tempo di cercare di raccogliere le firme, vere non come quelle che PDL e PD sanno tirare fuori dai loro cilindri all’occorrenza, ed è per questo che chiedo a tutti voi, in tutta Italia, di cercare il tavolo di raccolta firme più vicino e recarvi a firmare entro domenica 20 (le firme per la Camera e il Senato devono essere presentate lunedì 21 gennaio) mentre per le regionali di Lombardia e Lazio c’è tempo per firmare fino al 25 essendo il 26 l’ultimo giorno utile per la presentazione.

Firma per AMNISTIA, GIUSTIZIA, LIBERTA’, regalarsi una opportunità di scelta sulla scheda elettorale non costa nulla!

Qui trovi tutti i tavoli e i comuni dove puoi firmare


http://www.wikio.it

Follow me!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
  • Facebook
  • twitter
  • Hatena

One thought on “Considerazioni di un possibile candidato

  1. Anonymous says:

    L'illegalità delle istituzioni è un dato di fatto ma anche la dirigenza radicale ce la mette tutta,organizzarsi in tempo per la raccolta firme… no eh!?!…. paradossale poi che candidati nella lista non si attivino per la raccolta delle firme

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *